Archivi categoria: FAAC

Prodotti FAAC

operatore faac

Operatore Faac

Operatore Faac S418

S418 è il nuovo attuatore elettromeccanico 24V di Faac per cancelli a battente con anta fino a 2,3 m (o 2,7 m con l’uso di elettroserratura). Una delle particolarità di S418 è la sua facilità di installazione: la corsa lunga (fino a 390 mm senza arresti meccanici) e le staffe regolabili multi-posizione lo rendono infatti compatibile con la maggior parte delle condizioni di installazione; inoltre, il fissaggio non a saldare delle staffe rende l’installazione semplice e rapida.
Possibilità di diverse regolazioni
L’operatore S418 è controllato da una potente scheda elettronica programmabile, la E024S, che permette diversi tipi di regolazione e logiche di funzionamento, ed è compatibile con tutti gli accessori della gamma FAAC. Inoltre, nel rispetto delle norme di sicurezza, la E024S implementa un avanzato sistema di controllo con dispositivo antischiacciamento ad encoder virtuale con inversione su ostacolo. L’automazione S418, inoltre, trasmette il movimento all’anta tramite un sistema a vite senza fine. Il sistema irreversibile garantisce il blocco meccanico dell’anta quando il motore non è in funzione. Un comodo dispositivo di sblocco permette la movimentazione dell’anta in caso di disservizio o mancanza di alimentazione. Inoltre, ilfunzionamento a bassa tensione permette di collegare delle batterie tampone, ovviando in questo modo a momentanee mancanze di tensione.
La cura del design
Infine, il design semplice e pulito di S418, frutto della collaborazione tra FAAC e i migliori studi di design italiani, fonde un’ottima percezione estetica con l’attenzione alla sicurezza e al rispetto delle norme che da sempre accompagnano il nome FAAC.

Richiedi un preventivo, o chiama subito per informazioni al numero: 06.58.27.501

cancelli elettrici a Roma

motoriduttore per cancelli elettrici

Motoriduttore per cancelli elettrici  C720, 24V

 

C720 è il motoriduttore per cancelli elettrici  a 24V prodotto da Faac, azienda attiva nel settore degli automatismi per aperture e cancelli elettrici, per automatizzare cancelli scorrevoli residenziali dal peso massimo di 400 Kg. In virtù del nuovo principio di riduzione ad assi mobili, un brevetto sviluppato da Faac, è possibile raggiungere fino al 80% di rendimento meccanico, un valore elevato che, comunica l’azienda, è pari al 50% in più delle riduzioni tradizionali.

Con C720 la riduzione si sviluppa in modo simmetrico ed equilibrato grazie allo sfasamento di 180° tra le due giranti. Dal punto di vista tecnico il motoriduttore Faac sviluppa una potenza di 170 W con una spinta sul cancello di 320 N, mentre la velocità di apertura raggiunge il 24 metri al minuto. Completa il prodotto la scheda elettronica integrata E 720 che, oltre a essere facilmente programmabile tramite display LCD, prevede un dispositivo antischiacciamento e un encoder virtuale con funzione di inversione su ostacolo.

  • L’azienda ABACUS srl effettua riparazioni e manutenzioni ordinarie e straordinarie su cancelli elettrici sul territorio di Roma e provincia.

Richiedi un preventivo, o chiama subito per informazioni al numero: 06.58.27.501

cancelli elettrici roma

Centrale per cancelli elettrici

Centrale per cancelli elettrici ad 1 o 2 ante SV-CBS

Scheda radio removibile frequenza 433 MHz, apprende: 1 codifica binaria variabile e personale, numero di radiocomandi infiniti; 50 codifiche rolling code, radiocomandi dedicati ed unici. Programmazione tramite 4 pulsanti, visualizzazione funzioni con display alfanumerici.

  •  Funzioni: automatica condominiale, passo-passo e pedonale.Regolazione: tempo di lavoro per singolo motore (per cancelli a due ante con misure e corse diverse), rallentamento apertura e chiusura, sfasamento ante e colpo d’ariete; frizione elettronica,limitatore e rallentamenti apertura e chiusura per singolo motore. Fine corsa: apertura e chiusura. Fotocellule apertura e chiusura. Riconoscimento presenza motori e avaria fotocellule.Predisposta per scheda elettroserratura SV-MEL. Uscita 24 V. 20 W. lampeggi differenziati indicanti i movimenti del cancello. Risponde alle norme di sicurezza in vigore. Protezione rete 220 V. con portafusibili di ricambio in ABS. Contenitore ABS. Installazione a parete. Alimentazione 220 V 50 Hz, Dimensioni H292XL217XP88 mm. Peso Kg 1,430.

L’azienda ABACUS srl effettua riparazioni e manutenzioni ordinarie e straordinarie su cancelli elettrici su tutto il territorio di Roma e provincia.

Richiedi un preventivo, o chiama subito per informazioni al numero: 06.58.27.501

automazione faac

Automazione cancelli scorrevoli

Automazione cancelli scorrevoli e barriere 844 ER

Motoriduttore per cancelli scorrevoli con peso max 1.800 kg

  • 844 ER Z16 per applicazioni a cremagliera
  • 844 R per applicazioni a cremagliera (senza pignone)
  • 844 R CAT per applicazioni a catena
  • 844 R RF per applicazioni a catena con rinvii folli

 

Uso: condominiale/industriale

 

• Applicazioni commerciali o industriali
• Sicurezza antischiacciamento
• L’irreversibilità del motoriduttore evita l’installazione di elettroserrature
• In caso di black out, il dispositivo di sblocco a chiave, permette di aprire e chiudere
il cancello manualmente
• Frizione bidisco a bagno d’olio
• Finecorsa induttivo o magnetico (secondo il

Richiedi un preventivo, o chiama subito per informazioni al numero: 06.58.27.501

Motoriduttori serrande avvolgibili

MOTORIDUTTORI R180 – R280

Per serrande avvolgibili bilanciate a molle
R 180 (1 motore): capacità di sollevamento fino a 180 kg
R 280 (2 motori): capacità di sollevamento fino a 280 kg
Applicazione, con adattatori in dotazione, su serrande con albero Ø 60/48/42 mm e scatole portamolle Ø 200/220 Frequenza d’utilizzo 25%
Dispositivo finecorsa BREVETTATO! : autoapprendimento delle posizioni di chiusura ed apertura per limitare al minimo le operazioni a carico dell’installatore, riducendo sensibilmente il tempo di installazione e set-up anche grazie al cavo d’alimentazione motore pre-cablato
Sistema di sostentamento della corona innovativo BREVETTATO! con gabbia a rullini concepito per migliorare il rendimento del sistema e semplificare le operazioni d’installazione
Robusto ed affidabile: corpo e corona in lega d’alluminio,motoriduttore epicloidale integrale con ingranaggi in acciaio ad alta resistenza, cuscinetti stagni sull’asse motore-riduttore, impiego di tecnopolimeri speciali sul dispositivo finecorsa, lubrificazione con grassi addittivati per aumentare la resistenza al calore
Dispositivo anticaduta integrato (optional): possibilità di installare il dispositivo anticaduta direttamente sull’operatore, grazie alla predisposizione su corpo e corona, questo permette all’installatore di rispettare la norma EN 13241-1.
Il dispositivo e’ concepito per arrestare immediatamente la discesa incontrollata di porte con sbilanciamento fino a 180 kg
XK 21 Pulsante a chiave OP/CL anti-effrazione con dispositivo di sblocco manuale a distanza. Disponibile in versione H (portata contatti 20A/250V) e versione L (24V).

Richiedi un preventivo, o chiama subito per informazioni al numero: 06.58.27.501

 

 

TX-868-SLH-FAAC

Telecomando FAAC

Telecomando FAAC TX 868 /433 SLH

Il nuovo telecomando per cancelli Faac XT2 868 SLH LR dalla forma elegante e ergonomica sostituisce tutti i vecchi radiocomandi FAAC serie: TML-T-DL  frequenza 868 Mhz. Codifica Hopping Code.

La codifica del telecomando FAAC TX 868/433 SLH avviene per auto-apprendimento (modello Master) o su ricevitore radio.

  • Led di colore Blu, scritta FAAC Nera.
  • Batteria ricambio CR2032 x2 Litio 3V
  • cod. fornitore 787009
  • Batteria e istruzioni incluse nella confezione.

Note: TRASMETTITORI 868 /433 SLH

I trasmettitori (bi/quadricanale) si distinguono in: master e slave.
Come riconoscere un trasmettitore master/slave
•master : premendo qualsiasi tasto di un TX master, il led effettua un lampeggio prima di accendersi
a luce fissa.
•slave : premendo qualsiasi tasto di un TX slave, il led si accende subito a luce fissa.
Differenze fra TX master e slave
•master : solo il Tx master può trasferire il proprio “codice impianto” a schede di decodifica/riceventi
RP e ad altri Tx (master o slave).
•slave : non è in grado di trasferire il proprio “codice impianto” e quindi non può nè essere
duplicato, nè essere utilizzato per codificare impianti.
Può apprendere il “codice impianto” da un Tx master. 
L’azienda Abacus s.r.l.  effettua riparazioni e manutenzioni ordinarie e straordinarie su cancelli automatici su tutto il territorio di Roma e provincia.

visita la pagina cancelli elettrici a roma

Richiedi un preventivo, o chiama subito per informazioni al numero: 06.58.27.501

 

Barriera FAAC

Barriera  FAAC 620-640

L’automazione è costituita da una sbarra in alluminio bianca con catadiottri rifrangenti e un montante in acciaio. All’interno
del montante risiede l’operatore composto da una centralina oleodinamica e due pistoni tuffanti che per mezzo di un bilancere
provvedono alla rotazione della sbarra. Quest’ultima rimane in equilibrio grazie a una molla di bilanciamento assemblata su uno
dei pistoni tuffanti. L’apparecchiatura elettronica di comando è anch’essa alloggiata nel montante all’interno di un contenitore
stagno.la barriera è dotata di un sistema di sicurezza antischiacciamentoregolabile, di un dispositivo che garantisce arresto e blocco della sbarra in qualsiasi posizione e di un comodo sblocco manuale da manovrare in caso di black-out o disservizio.

  • Le automazioni 620 – 640 – 642 sono state progettate e costruite per controllare l’accesso veicolare. Evitare qualsiasi altro diverso utilizzo.

DICHIARAZIONE CE DI CONFORMITÀ PER MACCHINE

(DIRETTIVA 98/37/CE)
Fabbricante: FAAC S.p.A.
Indirizzo: Via Benini,  – 40069 Zola Predosa BOLOGNA – ITALIA
Dichiara che:

  • La barriera mod. 620, mod. 640, mod. 642,

è costruita per essere incorporata in una macchina o per essere assemblata con altri macchinari per costituire una

macchina ai sensi della Direttiva 98/37/CEE, e successive modifiche 9/368/CEE, 93/44/CEE, 93/68/CEE;

  • La barriera faac mod. 620, mod. 640, mod. 642,  è conforme ai requisiti essenziali di sicurezza delle seguenti altre direttive CEE:

73/3/CEE e successiva modifica 93/68/CEE.
89/336/CEE e successiva modifica 9/3/CEE e 93/68/CEE
e inoltre dichiara che non è consentito mettere in servizio il macchinario fino a che la macchina in cui sarà incorporato
o di cui diverrà componente, sia stata identificata e ne sia stata dichiarata la conformità alle condizioni della Direttiva
89/39/CEE e successive modifiche, trasposta nella legislazione nazionale dal DPR n° 459 del 4 luglio 996. Bologna, 0 giugno 007.

Richiedi un preventivo, o chiama subito per informazioni al numero: 06.58.27.501

 

barriere-automatiche-sollevamento-642 FAAC

Barriera automatica FAAC

 

Barriera automatica FAAC 642 INOX
L’automazione 620 INOX è una barriera ideale per il controllo di aree di accesso veicolare fino a 7 mt di larghezza e per ogni tipo di traffico (intenso o meno). La barriera automatica faac  è costituita da una sbarra in alluminio bianca con catadiottri rifrangenti e un montante in acciaio. All’interno del montante risiede l’operatore composto da una centralina oleodinamica e due pistoni tuffanti che per mezzo di un bilancere provvedono alla rotazione della sbarra. Quest’ultima rimane in equilibrio grazie a una molla di bilanciamento assemblata su uno dei pistoni tuffanti. L’apparecchiatura elettronica di comando è anch’essa alloggiata nel montante all’interno di un contenitore stagno. Il sistema è dotato di sicurezza antischiacciamento regolabile, di un dispositivo che garantisce arresto e blocco della sbarra in qualsiasi posizione e di un comodo sblocco manuale da manovrare in caso di black-out o disservizio.

DICHIARAZIONE CE DI CONFORMITÀ PER MACCHINE(DIRETTIVA 98/37/CE)

Fabbricante: FAAC S.p.A.
Indirizzo: Via Benini,  – 40069 Zola Predosa BOLOGNA – ITALIA
Dichiara che: La barriera mod. 60, mod. 640, mod. 642,

  •  è costruita per essere incorporata in una macchina o per essere assemblata con altri macchinari per costituire una

macchina ai sensi della Direttiva 98/37/CEE, e successive modifiche 9/368/CEE, 93/44/CEE, 93/68/CEE;

  •  è conforme ai requisiti essenziali di sicurezza delle seguenti altre direttive CEE:

73/3/CEE e successiva modifica 93/68/CEE.
89/336/CEE e successiva modifica 9/3/CEE e 93/68/CEE
e inoltre dichiara che non è consentito mettere in servizio il macchinario fino a che la macchina in cui sarà incorporato
o di cui diverrà componente, sia stata identificata e ne sia stata dichiarata la conformità alle condizioni della Direttiva
89/39/CEE e successive modifiche, trasposta nella legislazione nazionale dal DPR n° 459 del 4 luglio 996. Bologna, 0 giugno 007

Richiedi un preventivo, o chiama subito per informazioni al numero: 06.58.27.501